tendine sovraspinato

Tendine Sovraspinato: Anatomia, patologie e cura

Il tendine del sovraspinato, detto anche tendine sovraspinato spalla o tendine sovraspinoso spalla, è un elemento chiave nella biomeccanica della spalla; infatti rappresenta una struttura anatomica di primaria importanza per il corretto funzionamento dell’articolazione. La complessità e l’elevata sollecitazione a cui è sottoposto rendono il tendine sovraspinato spesso soggetto a patologie che possono compromettere significativamente la qualità di vita degli individui.

L’anatomia e la funzione del tendine sovraspinato sono essenziali per comprendere il ruolo vitale che questa struttura svolge nel complesso meccanismo dell’articolazione della spalla. Il muscolo sovraspinato fa parte della cuffia dei rotatori, un insieme di muscoli e tendini che avvolgono la testa dell’omero, la parte superiore dell’osso del braccio. Questo gruppo muscolare è fondamentale per la stabilità e la mobilità della spalla, permettendo una vasta gamma di movimenti in tutte le direzioni.

Il muscolo sovraspinato origina dalla fossa sovraspinata della scapola, una depressione situata nella parte superiore del dorso, al di sopra della spina della scapola. Da qui, le fibre muscolari si dirigono lateralmente, passando sotto l’acromion, una prominenza ossea della scapola, per inserirsi mediante il tendine sovraspinato sulla parte superiore della testa dell’omero.

Il tendine del sovraspinato è particolarmente soggetto a sollecitazioni meccaniche, sia per la sua posizione anatomica sia per il tipo di movimenti che deve supportare. È posizionato in un punto critico, dove può essere facilmente soggetto a compressione tra le strutture ossee durante i movimenti di elevazione del braccio.

La funzione principale del muscolo sovraspinoso, e in particolare del suo tendine, è quella di stabilizzare la testa dell’omero all’interno della cavità glenoidea della scapola, assicurando che rimanga ben posizionata durante i movimenti della spalla. Questo ruolo di stabilizzazione è cruciale per evitare disallineamenti o movimenti eccessivi dell’articolazione che potrebbero portare a lesioni o usura.

Inoltre, il tendine sovraspinato contribuisce all’abbduzione del braccio, ovvero al movimento di sollevamento laterale del braccio fino o oltre il livello orizzontale. Questa azione è particolarmente importante nelle prime fasi di abbduzione, dove il muscolo sovraspinato lavora insieme agli altri muscoli della cuffia dei rotatori e al deltoide per innalzare il braccio.

muscolo sovraspinato

Patologie del tendine sovraspinato 

Le patologie del tendine sovraspinato (generalmente chiamate dai medici o refertate con tendinopatia  sovraspinato o tendinopatia sovraspinoso) rappresentano una causa comune di dolore e disabilità nella spalla, influenzando notevolmente la qualità di vita delle persone affette. Tra queste, la tendinosi del sovraspinato, la tendinopatia calcifica, la tendinite e le lesioni del tendine sono le più frequenti, ognuna con caratteristiche specifiche che richiedono un’attenzione particolare sia nella diagnosi che nel trattamento. 

Tendinosi del Sovraspinato

La tendinosi del sovraspinato è un processo degenerativo cronico del tendine, che si verifica in seguito all’usura. Questa condizione si distingue dalla tendinite, in quanto non è primariamente un processo infiammatorio, ma piuttosto una degenerazione del tessuto tendineo. La tendinosi del sovraspinoso si manifesta con un indebolimento delle fibre del tendine, che possono portare a micro-lesioni o, nei casi più gravi, a rotture. I sintomi includono dolore persistente, spesso aggravato da movimenti specifici della spalla, e una diminuzione della forza muscolare.

Tendinopatia Calcifica

La tendinopatia calcifica del sovraspinato, spesso chiamata tendinopatia calcifica di spalla,è caratterizzata dalla formazione di depositi di calcio all’interno del tendine. Questa condizione può causare un dolore acuto e improvviso nella spalla, che si irradia spesso al braccio. Il dolore è tipicamente più intenso a riposo e durante la notte. La formazione di calcio può essere una risposta a micro-traumi ripetuti o a processi degenerativi del tendine, e il suo trattamento può variare dalla fisioterapia agli interventi invasivi, come l’aspirazione ecoguidata dei depositi calcifici o la chirurgia, a seconda della severità e della risposta ai trattamenti conservativi.

Tendinite del Sovraspinato

La tendinite del sovraspinato è l’infiammazione del tendine del sovraspinoso, spesso dovuta a sovraccarico o uso eccessivo. Questa condizione, generalmente chiamata anche tendinopatia del sovraspinato, è comune tra gli atleti o le persone che svolgono attività lavorative o ricreative che richiedono movimenti ripetitivi della spalla. Il sintomo principale della tendinopatia del sovraspinoso è il dolore, che si aggrava con il movimento, in particolare durante l’abbduzione del braccio o movimenti sopra la testa. Il trattamento di prima linea per la tendinite comprende riposo, applicazione di ghiaccio, fisioterapia e, in alcuni casi, farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS).

Lesione del Tendine sovraspinato 

Le lesioni del tendine sovraspinato, spesso descritte anche come lesioni del tendine sovraspinoso, possono variare da piccole rotture parziali a rotture complete. Queste lesioni del tendine della spalla sono spesso il risultato di un trauma acuto, come nella rottura del capo lungo del bicipite,  o l’esito finale di una degenerazione cronica del tendine. I sintomi includono dolore acuto alla spalla, debolezza e limitazione nel movimento, in particolare nell’abbduzione e nella rotazione esterna del braccio. Le rotture parziali possono essere gestite con trattamenti conservativi, come la fisioterapia e l’uso di FANS, mentre le rotture complete possono richiedere un intervento chirurgico per la riparazione del tendine.

Diagnosi del Tendine Sovraspinato

La diagnosi accurata e il trattamento tempestivo delle patologie che affliggono il tendine sovraspinoso sono fondamentali per prevenire l’aggravamento dei sintomi e per facilitare il recupero ottimale della funzionalità della spalla. Questo processo inizia con una valutazione clinica dettagliata, seguita dall’impiego di tecniche di imaging avanzate, e culmina con l’implementazione di un piano terapeutico personalizzato.

La fase diagnostica inizia con un’accurata anamnesi e un esame fisico. Il medico indagherà sulla natura e sulla durata dei sintomi, su eventuali traumi recenti e sulle attività che possono aver contribuito alla comparsa del problema. Durante l’esame fisico, saranno valutati il dolore, la gamma di movimento e la forza della spalla.

Per confermare la diagnosi e per valutare l’entità della patologia, sono spesso necessari esami di imaging. L’ecografia è un metodo rapido ed efficace per visualizzare le alterazioni del tendine sovraspinoso, comprese le rotture e i depositi calcifici. La risonanza magnetica (RM), pur essendo più costosa, offre una rappresentazione dettagliata non solo del tendine, ma anche delle strutture circostanti, consentendo di identificare con precisione le lesioni e le eventuali patologie associate.

Trattamento del Tendine Sovraspinato

Il trattamento delle patologie del tendine sovraspinoso varia a seconda della gravità e della causa sottostante. Per le forme lievi a moderate, il trattamento conservativo è spesso sufficiente:

– Fisioterapia: mira al recupero della mobilità e della forza della spalla attraverso esercizi specifici. La terapia può includere anche tecniche di mobilizzazione, stretching e l’uso di ultrasuoni o laser per favorire il processo di guarigione.

– Farmaci: gli anti-infiammatori non steroidei (FANS) possono essere prescritti per ridurre il dolore e l’infiammazione.

– Modifiche dell’attività: può essere necessario modificare o limitare temporaneamente le attività che aggravano i sintomi.

Per le lesioni più gravi o per i casi in cui il trattamento conservativo non porta al miglioramento desiderato, può essere considerata la chirurgia. Le opzioni chirurgiche includono:

– Riparazione artroscopica: un intervento minimamente invasivo che consente di riparare il tendine danneggiato attraverso piccole incisioni.

– Debridement: la rimozione del tessuto tendineo danneggiato o degenerato, che può essere eseguita artroscopicamente.

– Acromioplastica: in alcuni casi, può essere necessario rimodellare l’acromion per ridurre la compressione sul tendine.

Il successo del trattamento dipende da una diagnosi accurata, dalla selezione della terapia più adeguata e dall’impegno del paziente nel seguire il piano terapeutico. La collaborazione tra medici, fisioterapisti e pazienti è cruciale per raggiungere il miglior risultato possibile.

Prevenzione per il tendine sovraspinoso

La prevenzione delle patologie del tendine sovraspinato è fondamentale non solo per gli atleti o coloro che svolgono lavori fisicamente impegnativi, ma anche per la popolazione generale, dato il ruolo centrale che la spalla gioca nelle attività quotidiane. Implementare strategie preventive può aiutare a ridurre il rischio di lesioni e a mantenere la spalla sana e funzionale nel tempo.

1. Esercizi di Rinforzo: Esercizi specifici per il rinforzo della cuffia dei rotatori e dei muscoli scapolari possono migliorare la stabilità della spalla e ridurre il carico sul tendine sovraspinato. È importante che questi esercizi siano eseguiti con la corretta forma per prevenire lo stress eccessivo sul tendine.

2. Limitare, non eliminare, le attività stressanti: Alcune attività, specialmente quelle che richiedono movimenti ripetitivi della spalla o il sollevamento di pesi sopra la testa, possono aumentare il rischio di lesioni al tendine sovraspinato. È consigliabile limitare queste attività o modificare il modo in cui vengono eseguite per ridurre lo stress sulla spalla.

3. Riscaldamento e Stretching: Prima di svolgere attività fisiche, un adeguato riscaldamento e stretching possono preparare i muscoli e i tendini al lavoro, riducendo il rischio di lesioni.

Conclusioni

Il tendine sovraspinato, cruciale per la mobilità e la funzionalità della spalla, richiede un’attenzione particolare per prevenire lesioni e patologie. La comprensione dei fattori di rischio e l’adozione di misure preventive sono essenziali per la salute a lungo termine della spalla. L’approccio alla prevenzione dovrebbe essere olistico, combinando esercizi specifici, miglioramento della postura, modifiche delle attività quotidiane e, quando necessario, l’uso di supporti. La chiave per preservare la funzionalità della spalla e prevenire complicazioni future risiede nell’adozione di uno stile di vita attento e nella gestione proattiva della salute della spalla.

Vuoi prenotare una visita subito in studio?

Se soffri di dolore al sovraspinato o infiammazione del sovraspinato e cerchi un Fisioterapista a Milano, contattami per effettuare una valutazione specialistica. Insieme, vedremo le cause del problema, i tempi di recupero e le possibilità di trattamento. Il tutto, sempre in base ai tuoi obiettivi!

Bibliografia

  • Tapscott DC, Varacallo M. Supraspinatus Tendonitis. 2023 Aug 4. In: StatPearls [Internet]. Treasure Island (FL): StatPearls Publishing; 2024